Roma Welfair

05  06  07  NOVEMBRE  2024

cos’è Welfair

Il format

Welfair è la fiera che considera la sanità un progetto di intelligenza collettiva e nasce dalla consapevolezza che l’innovazione in questo campo è divenuta troppo complessa per procedere ancora secondo compartimenti stagni: ricerca medica, sviluppo tecnologico e regolamentazione hanno bisogno di procedere assieme. 

Per questo il nuovo format riunirà tutti gli attori coinvolti nei diversi stadi della filiera sanitaria: medici, società scientifiche, governance e istituzioni socio-sanitarie lavoreranno a stretto contatto con i leader di mercato nell’High Tech, IT, biomedicale e farmaceutico per trovare soluzioni sui singoli processi sanitari e sui grandi assi di sviluppo del SSN e dell’intero ecosistema sanitario. 

In quest’ottica Welfair è il luogo dove si inizia a fare la sanità del futuro, stabilendo quei primi contatti e quei confronti dai quali nasceranno nuovi protocolli assistenziali.

A Welfair funzionari pubblici, medici, scienziati e manager pianteranno i semi di una migliore e più proficua collaborazione per la pianificazione e lo sviluppo dei processi sanitari, rafforzando la comprensione delle reciproche esigenze e priorità. 

A beneficiare di questo processo, saranno i cittadini, per i quali l’accesso ai device, alle terapie e alle tecnologie mediche di ultima generazione diventerà più facile. 

Con Welfair la città e la Fiera di Roma tornano protagoniste di un tema di rilevanza nazionale che ha il suo centro nella capitale. Roma è, infatti, il crocevia del Servizio Sanitario Nazionale: il luogo del confronto tra il Ministero della Salute, le Regioni, le Agenzie nazionali; il punto di raccordo tra scienza, economia e politica nel quale si decide il futuro non sono delle cure, ma dello sviluppo tecnologico e industriale del Paese.  

La sanità è, infatti, al centro di dinamiche strategiche per lo sviluppo del Paese: sostenibilità del SSN e dello stato sociale, crescita di un settore industriale ad alta tecnologia, aggiornamento del sistema assistenziale e prevenzione per tutte le classi di età. Nessuna di queste sfide si può vincere se non assieme alle altre e tutte possono divenire opportunità e motore per il Paese. Con questo traguardo si presenta Welfair: la fiera del fare sanità in Italia. 

Le grandi tematiche

Centrale nell’edizione 2023 il PNRR e il processo di innovazione sia tecnologica che assistenziale che esso comporta declinato in 6 grandi aree tematiche 

La rivoluzione del SSN. MedTech; Industria e Salute bene comune: da spesa ad investimento per lo sviluppo sociale ed economico 

Verifica dell’applicazione del PNRR per cogliere l’opportunità storica di riformare il SSN, integrando innovazione tecnologica, telemedicina, sanità territoriale ed innovazione nel settore del MedTech Italiano, creando un comparto strategico per la società e l’economia che accompagni il rinnovo industriale e, simultaneamente, l’invecchiamento demografico del nostro Paese. 

La comunicazione in sanità.
Chiave per empowerment, prevenzione, sicurezza e semplificazione

Lo scambio di informazioni è al crocevia di tantissimi processi clinici e amministrativi in sanità: parlare con il paziente (e avere il tempo di farlo in maniera efficace) è un traguardo comunicativo, così come rendere più comprensibili le procedure per la prenotazione e il pagamento, più chiare le indicazioni ospedaliere, più consapevole la persona del suo percorso di cure. Piccole azioni quotidiane che possono cambiare la percezione e l’esperienza di milioni di utenti e professionisti sanitari aumentando l’aderenza alla terapia, la qualità dell’esperienza, l’impiego intelligente del tempo a disposizione del personale e la fiducia dei cittadini nei confronti dei sanitari e delle istituzioni.  

Risk Management. L’impatto della gestione del rischio e dei sinistri sulle cure, sostenibilità, innovazione     

La sicurezza è la conditio sine qua non della sanità contemporanea: non può esserci innovazione, garanzia di cura, fiducia dei cittadini, empowerment del paziente, serenità degli operatori o sostenibilità economica del SSN senza una strategia ed una prassi a tutti i livelli di gestione del rischio: dalla progettazione dei nuovi spazi di degenza alla gestione intelligente delle richieste di risarcimento. È possibile in Italia? Su quanti livelli la normativa, la governance, la giurisprudenza, la cultura, la ricerca universitaria e la comunicazione si incontrano o ostacolano nel percorso di una sanità costruita a priori per essere sicura? 

E-health, Telemedicina & PNRR. I dati al servizio della salute e assistenza sanitaria a distanza: lo stato di attuazione a livello centrale e regionale   

La Telemedicina esiste come concetto ma non come servizio unitario. A dover essere creati sono singoli processi per singole prestazioni: tecnologie, competenze ed integrazioni con le piattaforme nazionali (FSE, NSIS, ANA ed ISTAT); il rapporto con le grandi aziende IT e fornitrici di device; l’utilizzo di sistemi verticali aziendali per la scienza dei dati (CCE, CDR, FSE2.0 e altri); la necessità dell’interoperabilità dei dati e il ruolo delle grandi istituzioni di previdenza nella data governance: questo è l’orizzonte dove decisori pubblici, scienza e aziende high tech si confrontano, il punto di svolta dove l’E-health si traduce in una serie ordinata di processi. 

Invecchiare in salute. Assistenza territoriale e politiche di prevenzione per la cronicità   

Invecchiare non equivale ad invecchiare in salute. Per questo la prevenzione deve partire fin dalla giovane età. Se la crescita nell’età media della popolazione – già ora circa un quarto degli italiani ha più di 65 anni – si accompagnerà ad un incremento proporzionale delle cronicità, lo sforzo economico per il SSN non sarà sostenibile. Quali sono, perciò, le grandi azioni di prevenzione, screening e monitoraggio che possono abbinare longevità e salute? 

Procurement, appalti, interoperabilità. La gestione del fabbisogno sanitario in tempi di autonomia differenziata e digitale 

Migliaia di device interconnessi sono, già oggi, una componente essenziale dell’assistenza sanitaria, l’impatto dei quali viene analizzato sotto l’ottica, tra l’altro, della telemedicina, sicurezza informatica, copyright e privacy. Ma esiste un altro aspetto, meno pubblicizzato ma non meno significativo, nel processo di aggiornamento tecnologico della sanità: la relazione contrattuale tra gli attori economici e il mondo della sanità pubblica e privata e le diverse problematiche che possono sorgere nel rapporto tra aziende sanitarie, fornitori e sviluppatori IT durante il percorso di acquisto, gestione, aggiornamento e manutenzione dei device e software medicali.